mercoledì 24 maggio 2017

Il volto femminile della diaconia


Mario D'Elia, diacono permanente della diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi (BA), sposato con Anna, ordinato diacono da don Tonino Bello nel 1993, ha pubblicato diversi libi sul diaconato e la diaconia.
L'ultimo del 2016, Il volto femminile della diaconia (Ed. Insieme).

Nella presentazione del volume si legge:
Sempre, nella storia degli uomini, Dio ha chiamato uomini e donne "secondo il suo cuore" (At 13,22; Rm 8,28) ad essere suoi collaboratori nell'ordine della salvezza.
Egli, pur potendo compiere in solitaria tutta l'opera di Redenzione, nella sua grande libertà, ha scelto la strada della collaborazione, nella consapevolezza della fragilità a cui esponeva la sua opera.
Il Suo coraggio è stato premiato. I chiamati, tra gioie e sofferenze, hanno non solo risposto, ma perseverato nell'opera, pur vivendo la loro esistenza nella ostilità e nella paura.
In ognuno di essi "è Dio infatti che .suscita il valere e l'operare secondo i suoi benevoli disegni" (Fil 2, 13).



Il volume, Il volto femminile della diaconia, traccia il profilo di alcune donne che con la loro bellezza, con la loro fragilità e con la loro fede, con prudenza e saggezza, e con l'abilità nell'uso della loro femminilità hanno condizionato, come potrebbe sembrare da una lettura superficiale, le scelte dei loro sposi modificando il corso della storia.
Ma tutto questo era nei piani di Dio che, con il loro aiuto, non si lascia imprigionare dalle rigide regole degli uomini. Dio, infatti, ama scegliere i suoi servi secondo il suo cuore e non secondo l'ordine stabilito dagli uomini.
Eva, Sara, Rebecca, Rachele, Rut, l'anonima Samaritana, Maria di Magdala sono solo alcune di queste donne il cui denominatore comune è stato il pronunciare quell' "eccomi" capace di farle grandi al cospetto di Dio e degli uomini.
Collaboratrici a tutto campo, a loro il Risorto affida il compito di annunciare la Resurrezione rendendole così apostole dell'umanità.





Altre pubblicazioni:




DIACONI Dono di Dio all'umanità. Genesi, decadimento, ripristino (Ed. Insieme, 2014)
Il ruolo del diaconato permanente in chiave biblica. Una lettura innovativa.
Diaconi: Genesi, decadimento, ripristino, nel quale partendo da Gesù, mette in evidenza il volto nuovo dei servi di Dio che Gesù ha pensato per loro.
Essi infatti non saranno più solo "chiamati" e "inviati", ma anche "collaboratori" dell'opera di salvezza, affidando loro compiti nuovi all'interno della Chiesa.









DIACONI L'uomo, la vita, il ministero nella Scrittura (Ed. Insieme,2015)
Se la testimonianza rende credibile il cristiano, il servizio rende credibile il diacono. La Chiesa gli chiede di seguire Gesù, che "è venuto per servire e non per essere servito". Evangelizzazione, liturgia e carità, i principali ambiti operativi. Ma la ricerca dell'autore è particolarmente orientata a riscoprire il fondamento biblico del diaconato, riletto attraverso il ministero più che ventennale.
In appendice, l'omelia pronunciata dal vescovo Tonino Bello – grande promotore del diaconato permanente – durante il rito di ordinazione di Mario D'Elia.



A questo proposito rimando al testo dell'omelia di don Tonino Bello, riportata nel mio sito di testi e documenti.
Vedi anche il post Uomini di frontiera… (12/01/2015).

Nessun commento:

Posta un commento